News

24.06.2019 | casa zegna

Zegna e la pittura di Ettore P. Olivero: storia di una simbiosi

Una selezione di quadri del padre di Michelangelo Pistoletto, molto legato alla famiglia Zegna e in particolare a Ermenegildo

Padre del celebre artista Michelangelo Pistoletto, Ettore P. Olivero fu un dotato pittore e restauratore molto legato alla famiglia Zegna, e in particolare a Ermenegildo Zegna. Per l'imprenditore tessile, Olivero dipinse un ciclo di gigantesche opere raffiguranti "L'arte della lavorazione della lana nel medioevo" - oggi esposte nella Sala Quadri del lanificio Zegna - e altre che documentavano la costruzione della Panoramica Zegna.

"La mattina, da neopatentato - ha raccontato Michelangelo Pistoletto - accompagnavo mio padre in cima alla montagna sopra Trivero con una Topolino verde e nera, e poi lo lasciavo tutto il giorno immortalare nei dipinti, realizzati a olio e a spatola, le fasi di costruzione della Panoramica Zegna. Un lavoro immane che richiese grandi sforzi, oltre a una programmazione visionaria. Era lui a scegliere gli scorci da immortalare, anche se spesso si confrontava con Ermenegildo Zegna che era sempre presente sul posto durante i lavori".

Oggi, le opere di Ettore P. Olivero sono esposte, insieme a quelle di suo figlio, nella mostra "Padre e Figlio", allestita in tre prestigiose location del biellese: Palazzo Gromo Losa, Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, e la stessa Casa Zegna. Qui proponiamo una selezione delle opere di Ettore P. Olivero legate alla storia del gruppo Zegna e al suo rapporto con il territorio in cui è nato e che, anche attraverso le opere di mecenatismo ambientale come l'Oasi Zegna, ha contribuito ad alimentare.