News

26.05.2017 | fondazione zegna

I rododendri di Ermenegildo Zegna

Dalla visione d’impresa alla fioritura più bella d’Italia

Rododendri, azalee, ortensie, dalie… l’arcobaleno di colori che ci regala oggi l’Oasi Zegna è frutto della straordinaria visione di Ermenegildo Zegna, l’imprenditore filantropo che nelle montagne di Trivero, attorno al Lanificio, mise a dimora centinaia di fiori di diverse tonalità, secondo un disegno armonico che in questa stagione regala uno spettacolo straordinario.

La conca dei rododendri, delineata con l’aiuto di Pietro Porcinai, famoso architetto paesaggista che negli anni Sessanta lavorò al fianco di Ermenegildo Zegna, è risultata vincitrice del sondaggio tra gli utenti del network ilparcopiubello.it che hanno votato “La fioritura più bella d’Italia 2017”.

Le visite guidate previste il 28 maggio, il 2 e 4 giugno permetteranno di immergersi nel cuore delle fioriture per scoprire i diversi esemplari di rododendri che Ermenegildo Zegna acquistò principalmente in Belgio, soprattutto nella variante Ponticum (fucsia) e nelle tipologie Hybrides. Questo spettacolo botanico di straordinaria bellezza è stato arricchito negli anni Duemila dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone con nuove piante e nuovi percorsi, uno dei quali è accessibile dai disabili motori.

La conca è stata impreziosita nel 2014 dall’opera d’arte dell’artista americano Dan Graham “Two Way Mirror – Hedge Arabesque” che ha lavorato per il progetto di arte contemporanea “ALL'APERTO”: un padiglione in acciaio e vetro sezionato da un’alta siepe di tasso. Il Two Way Mirror (vetro a riflessione differenziata) ha una proprietà unica: da un lato è trasparente, dall’altro riflette la luce, come uno specchio.

Per scoprire le installazioni del progetto “ALL'APERTO”, domenica 28 maggio è prevista una visita guidata con Andrea Zegna, uno dei curatori del progetto.

 

Per informazioni e prenotazioni

Casa Zegna Via Marconi 23 – Trivero

Tel. 015 7591463

archivio.fondazione@zegna.com