News

23.12.2016 | fondazione zegna

San Patrignano, due sciarpe per scaldare il cuore

È un regalo natalizio speciale quello preparato dalle ragazze coinvolte nel laboratorio tessile sostenuto da Fondazione Zegna

Le feste natalizie sono un momento speciale a San Patrignano. Le finestre del magazzino dove le ragazze e i ragazzi della comunità preparano le confezioni regalo restano illuminate fino a tardi in questi giorni. Luci che, in questo periodo dell’anno, fanno ancora meno fatica a scacciare le ombre che hanno accompagnato il loro passato. Grazie alla nuova vita in comunità, infatti, tutti loro sono ritornati a crescere come persone e hanno ricominciato ad assaporare il gusto della vita grazie al senso e alla responsabilità del lavoro.

Fra le idee regalo che i ragazzi stanno preparando c’è anche il pacco natalizio contenente le due sciarpe da uomo e donna in lana merinos extrafine, tessute manualmente a telaio da coloro che hanno partecipato al laboratorio di tessitura sostenuto da Fondazione Zegna.

Da quattro anni sono 30 le ragazze che quotidianamente tessono e cuciono i prodotti destinati a uscire nel mondo esterno e, quindi, a supportare l'indipendenza economica della comunità. L’obiettivo del laboratorio, coordinato da Barbara Guarducci (www.barbaraguarducci.com) designer e direttore creativo di progetti di design tessile portatori di valore sociale, è di insegnare alle ragazze le tecniche di creazione e lavorazione di tessuti nobili come cachemire e cotone attraverso telai in legno, maglia, uncinetto e finitura a mano, in modo da valorizzare questo mestiere artigianale antico, attualizzandolo secondo i gusti del mercato, della moda e del design.

Nato nel 2013, il laboratorio ha visto nel 2014 la nascita dei primi progetti concreti, come la collaborazione con Agnona, che ha dato vita a plaid e sciarpe entrati a far parte della collezione autunno-inverno della private label di Ermenegildo Zegna. Il 2015 è stato invece l’anno del consolidamento dei risultati tangibili del lavoro svolto. Primo in ordine di tempo, la creazione di 200 plaid per un’importante azienda cinese, dotati della certificazione “Made in San Patrignano”. Per le ragazze che, una volta finito il percorso formativo, desiderano fare un'esperienza lavorativa nel settore della tessitura, Fondazione Zegna ha poi sponsorizzato due borse di lavoro annuali.

Con il supporto di Barbara Guarducci, inoltre, sono stati organizzati incontri mirati con alcune figure chiave del mondo della moda e del design. L'apertura al mercato e l’incontro con questi personaggi hanno portato nella comunità molti stimoli, nuova energia e nuove idee da sviluppare insieme.

Grazie alla manualità che caratterizza il laboratorio, le ragazze hanno l’opportunità di confrontarsi con valori importanti come il saper fare, la disciplina richiesta per raggiungere l’obiettivo, la ricerca della perfezione nella realizzazione e la conseguente abitudine al bello, che le aiuta a recuperare la bellezza interiore e l'amore per se stesse.