all'aperto

ALEK O., LAURA PUGNO, VALENTINA VETTURI

Tre Artiste per Trivero
2016

ALEK O. (1981, Buenos Aires, Argentina)
Vive e lavora a Milano. Utilizza spesso oggetti d’uso quotidiano, segnati dal passaggio del tempo, trasformandoli in composizioni astratte e rigorose, in forma di pittura, ricamo, tessitura, installazioni.
Tra le sue mostre più recenti:
- La seconda volta, a cura di Cristiana Perrella, 16a Quadriennale d’Arte, Roma (2016);
- Time Goes By So Slowly, Jeanine Hofland, Amsterdam (2016);
- Ennesima, a cura di Vincenzo de Bellis, Triennale di Milano (2015);
- Art Situacions III, a cura di Vicente Todoli, Maria de Corral,
- Lorena Martinez, Ilaria Gianni, Genova, Madrid (2015);
- Le regole del gioco, a cura di Luca Lo Pinto, Studio Castiglioni, Milano (2015) Frieze Focus, Londra (2014);
- If There is a Last Summer Morning, Frutta, Roma (2014).

LAURA PUGNO (1975, Trivero, Biella)
Vive e lavora a Torino. La sua ricerca si muove attraverso l’utilizzo di differenti media, dal disegno al video, dalla fotografia alla scultura, per indagare il tema della visione, intesa come esperienza culturalmente condizionata. Recentemente ha esposto presso Biennale del Disegno di Rimini (2016); Museo del Territorio Biellese (2015); MART, Rovereto (2014); Galleria Alberto Peola, Torino (2014); MAN, Nuoro (2013); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo; Torino (2012). Ha partecipato alle residenze di CARS, Omegna (2013); Dolomiti Contemporanee, Belluno (2011); Fondazione Spinola Banna, Poirino (2008). È impegnata in Progetto Diogene c/o e dal 2004 è docente presso l’Istituto Europeo di Design a Torino.

VALENTINA VETTURI (1979, Reggio Calabria)
Vive e lavora tra Bari, Bruxelles e Ginevra. Intrecciando memoria, scrittura e performatività, le sue opere si compongono attraverso lunghi processi e coinvolgono frammenti di realtà apparentemente molto diversi. È tra i partecipanti alla 16a Quadriennale di Roma (nella sezione De Rerum Rurale, a cura di Matteo Lucchetti) e artista in residenza presso l’Istituto di Cultura Italiana di Stoccolma. Ha partecipato a residenze in Italia e all’estero ed esposto le sue opere in istituzioni pubbliche e private tra cui: Strauhof, Zurigo;.perf, Ginevra (2016), MACRO, Roma (2015), MAXXI, Roma; Kunsthalle Göppingen, Germania; Tranzit.ro, Bucharest (2014); Istituto Svizzero, Roma (2013); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Viafarini, Milano (2012); Tenuta dello scompiglio, Lucca; Festival di Santarcagelo di Romagna (2011).